www.capoeiradangolapavia.com


Vai ai contenuti

Capoeira angola

Un po' di storia

La Capoeira angola nasce nel periodo coloniale, quando gli Africani erano imprigionati e venduti per i lavori forzati nelle colonie sudamericane in regime di completa schiavitù. Gli schiavisti cercavano di sopprimere le loro culture d’origine, dividendo il più possibile le etnie e cercando di schiacciare tradizioni e credenze, nteressati solo alla forza e all’efficienza fisica.Una delle prime destinazioni in cui gli schiavi furono condotti era il Brasile. La Capoeira angola nasce in questo contesto, creata dagli Africani per essere utilizzata come lotta nel momento in cui avevano bisogno di difendersi ma anche per divertirsi durante i rari momenti di riposo, per rilassarsi dai lavori forzati, dalle torture e dimenticare per un attimo la condizione di schiavi. La Capoeira fu senza dubbio una delle espressioni usate dagli Africani per la costruzione dei propri spazi e per la difesa delle proprie tradizioni culturali. Pur non essendo possibile dimostrarne precisamente l’origine etnica, molti fattori supportano l’ipotesi che la Capoeira angola sia stata creata in Brasile da schiavi di origine Bantu provenienti dall’Angola e legati agli schemi gestuali e musicali propri delle culture africane della regione angolana, reinterpretate in terra brasiliana con caratteristiche specifiche che la distinguono da qualsiasi altro gioco, lotta o danza esistente in Africa, la Capoeira era praticata come lotta mortale, ma anche come divertimento inoffensivo quando era fatta sotto gli occhi dei padroni. Proprio così si trasformò in danza, poiché questa forma di lotta doveva sopravvivere allo stretto controllo dei padroni.Fin dalle origini la Capoeira fu perseguitata ed i capoeristi considerati emarginati, delinquenti che avrebbero dovuto essere vigilati e puniti dalle leggi penali.

Foto di "meu cammarada Giorgio" roda a Lubango (Angola)
-A Roda da Vida -

La persecuzione durò fino agli anni 30 del XX secolo, quando, con il riconoscimento della disciplina alla “Secretaria de Educação, Saúde e Assistência Pública”, iniziò un nuovo ciclo nella storia della Capoeira.Cominciò la fase di ascesa e riconoscimento socio-culturale con l’ introduzione della Capoeira nell’universo artistico, musicale, letterario, teatrale e più tardi addirittura nei curriculum scolastici.La Capoeira è un’arte che esprime con ritmo e movimento tutta la creatività di un popolo che ha subito un’oppressione.Cominciò la fase di ascesa e riconoscimento socio-culturale con l’ introduzione della Capoeira nell’universo artistico, musicale, letterario, teatrale e più tardi addirittura nei curriculum scolastici.Proprio così si trasformò in danza, poiché questa forma di lotta doveva sopravvivere allo stretto controllo dei padroni.Fin dalle origini la Capoeira fu perseguitata ed i capoeristi considerati emarginati, delinquenti che avrebbero dovuto essere vigilati e puniti dalle leggi penali. La persecuzione durò fino agli anni 30 del XX secolo, quando, con il riconoscimento della disciplina alla “Secretaria de Educação, Saúde e Assistência Pública”, iniziò un nuovo ciclo nella storia della Capoeira.Cominciò la fase di ascesa e riconoscimento socio-culturale con l’ introduzione della Capoeira nell’universo artistico, musicale, letterario, teatrale e più tardi addirittura nei curriculum scolastici. La Capoeira angola è un’arte che esprime con ritmo e movimento tutta la creatività di un popolo che ha subito un’oppressione.Fin dalle origini la Capoeira fu perseguitata ed i capoeristi considerati emarginati, delinquenti che avrebbero dovuto essere vigilati e puniti dalle leggi penali. La persecuzione durò fino agli anni 30 del XX secolo, quando, con il riconoscimento della disciplina alla “Secretaria de Educação, Saúde e Assistência Pública”, iniziò un nuovo ciclo nella storia della Capoeira.Cominciò la fase di ascesa e riconoscimento socio-culturale con l’ introduzione della Capoeira nell’universo artistico, musicale, letterario, teatrale e più tardi addirittura nei curriculum scolastici.La Capoeira è un’arte che esprime con ritmo e movimento tutta la creatività di un popolo che ha subito un’oppressione.

Nos, capoeiristas, temos alma grande, que cresce com alegria, hà quem tenha alma pequena, que vive como as àguas em agonia (Mestre Pastinha)


Associazione Italiana di Capoeira da Angola Mestre Baixinho - filiale di Pavia - Treinel Apaixonado | apaixionado@hotmail.com

Torna ai contenuti | Torna al menu